Inter-Napoli, Conte vuole la rivincita | Frecciatina a Lukaku

Antonio Conte nella conferenza stampa prima della partita in programma contro il Napoli dichiara la voglia di rivincita e parla della squadra

Conte Inter
Antonio Conte (Getty Images)

Domani sera a San Siro andrà in scena la penultima giornata di campionato tra Inter e Napoli. Le due squadre tornano ad affrontarsi dopo la semifinale di Coppa Italia che ha visto il passaggio del turno dei partenopei, poi diventati campioni. Antonio Conte nella consueta conferenza stampa pre-partita esprime la sua voglia di rivincita e punzecchia Romelu Lukaku.

Potrebbe interessarti anche >>> Calciomercato Juventus e Inter, maxi offerta del Barcellona | I dettagli

Potrebbe interessarti anche >>> Calciomercato Inter e Juventus, spunta il retroscena | “Era tutto fatto”

Conte Inter Lukaku Lautaro
Antonio Conte (Getty Images)

Potrebbe interessarti anche >>> Calciomercato Inter, Vidal si allontana | Futuro già scritto!

Inter-Napoli, Conte vuole di più e riprende Lukaku: “Deve fare meglio”

L’allenatore dell’Inter, Antonio Conte, nella conferenza stampa prima della partita con il Napoli di domani sera punzecchia Lukaku e chiede di più alla squadra. Le prime dichiarazioni vertono sulla semifinale di Coppa Italia da cui i nerazzurri sono usciti sconfitti, in cui dice che la sua squadra avrebbe meritato di più, evidenziando anche la sua voglia di rivincita. Poi il tecnico continua pungendo l’attaccante Romelu Lukaku.

Romelu Lukaku (Getty Images)

L’allenatore nerazzurro dichiara che il numero nove ha ampi margini di miglioramento, ma deve migliorare. ”Deve fare meglio in alcune situazioni”, queste le parole di Conte sul bomber belga. In seguito però arrivano anche i complimenti, dichiarando che nonostante la sua fisicità è anche un calciatore veloce, il che lo rende atipico. Infine arrivano anche le dichiarazioni per spronare la squadra, chiedendo di alzare il livello e crescere sempre di più.

Potrebbe interessarti anche >>> Calciomercato Milan, sacrificio Bennacer | Sfida all’Inter e via libera alla Juve