Inter, Lautaro Martinez è un caso | Focus su rendimento e mercato

Analisi sul rendimento e sulla situazione in sede di mercato di Lautaro Martinez, attaccante dell’Inter che sta attraversando un brutto periodo

La stagione 2019/20 è stata anomala. Lo stop dai campionati e delle coppe da marzo a giugno ha sostanzialmente reso molto complicata la percezione di una Serie A e delle Coppe europee disputate in fretta e furia, per evitare che i club perdessero milioni preziosi. Le partite giocate ogni tre giorni e in piena estate, con Champions ed Europa League disputate in ‘partita secca’, hanno dato la possibilità ai calciatori di approcciare in modo molto diverso i match. Un esempio è quello di Lautaro Martinez. L’attaccante argentino fino al lockdown aveva segnato 18 reti tra campionato e Champions. Dal 13 giugno in poi, invece, solo quattro gol e l’Inter trascinata dai gol di Lukaku. Un po’ come sta accadendo in questo periodo.

LEGGI ANCHE >>> Calciomercato Inter, scarso impiego e prestazioni deludenti | Kolarov è un caso!

Lautaro Martinez (getty images)
Lautaro Martinez (getty images)

Inter, il rendimento di Lautaro Martinez e le voci di mercato

Si può dunque affermare che il brutto periodo di Lautaro Martinez parta dalla metà di giugno e prosegua finora. Ovvero da quando le squadre hanno iniziato a valutare eventuali operazioni di mercato. L’interesse del Barcellona ha condizionato il rendimento d’El Toro, che non avrebbe disdegnato l’idea di giocare con Messi. Nel momento in cui è quasi impercettibile il suo brutto momento -per meri motivi di classifica- in Serie A, dove i problemi dell’Inter li risolve Lukaku, in Champions League la situazione è stata ben diversa. Lautaro, infatti, la scorsa stagione aveva segnato un gol ogni 104′ ed era decisivo ai fini di una rete ogni 86′. I numeri di quest’anno sono da principianti: El Toro ha segnato solo un gol e siglato un assist in sei partite, collezionando 407′.

Lautaro Martinez @GettyImages

LEGGI ANCHE >>> Calciomercato Inter, doppio scambio in Premier | Allegri dice sì

Ma cosa c’è dietro questo momento di forma? Per il rinnovo non è stato trovato ancora un accordo, e la scadenza nel 2023 induce Lautaro Martinez a fare delle valutazioni sul suo futuro. Tuttavia, è chiaro che un attaccante che segna sei gol fino a dicembre non incoraggi i top club europei a pagare la clausola da 111 milioni di euro. Potrebbe subentrare Jorge Mendes per trovargli una squadra, anche se gli agenti nelle scorse settimane hanno smentito: voci che non fanno altro che deconcentrare un calciatore che sembra un pesce fuor d’acqua all’Inter e fatica a tornare sui suoi standard. Le grandi squadre cercano comunque un attaccante e oltre al Barça, sul classe ’97 si sono fatte insistenti anche le voci legate al Real Madrid, al PSG e alla Premier.