“Non promettere ciò che non puoi mantenere” | Ecco l’Inter del post Lukaku!

Diego Milito, ex attaccante dell’Inter all’epoca di Josè Mourinho, ha parlato dell’addio di Romelu Lukaku, centravanti belga, approdato al Chelsea di Thomas Tuchel. Le ultime di calciomercato

Inter, Milito su Lukaku
Romelu Lukaku ©Getty images

Nonostante le parole al termine della complicata stagione sotto la guida di Antonio Conte culminata con lo scudetto, Romelu Lukaku ha detto addio all’Inter per vestire, anzi tornare a vestire, la maglia del Chelsea, club che lo ha lanciato nel calcio del Vecchio Continente. In merito al trasferimento dell’ex attaccante del Manchester United è intervenuto anche Diego Milito, storico bomber dell’Inter, ai microfoni della ‘Gazzetta dello Sport’: “C’è una cosa che non devi mai fare: promettere ciò che non puoi mantenere. Ci sta che un giocatore che ha dato tanto come lui scelga di andare via, ma i tifosi sono rimasti delusi dopo tutte quelle parole“.

Nelle ultime settimane abbiamo infatti scoperto che, oltre al fattore economico (decisamente non di poco conto), è stato proprio Romelu Lukaku a scegliere di tornare ad indossare la maglia del Chelsea campione d’Europa di Thomas Tuchel ed ha già iniziato alla grande, basti pensare alla rete messa a segno ieri sera in casa contro lo Zenit di San Pietroburgo.

LEGGI ANCHE >>> Un altro bomber via dalla Serie A: Monchi anticipa Inter e Milan

LEGGI ANCHE >>> Derby di mercato tra Inter e Milan: obiettivo in Serie A

Calciomercato, ora l’Inter è davvero più debole senza Lukaku?

Dopo l’addio di Romelu Lukaku, l’Inter è intervenuta sul mercato cercando di limitare le spese, ma assicurando comunque a Simone Inzaghi due attaccanti di assoluto valore. Il primo è Edin Dzeko, vecchio pallino anche di Antonio Conte. Nonostante l’età, il giocatore bosniaco ha già dimostrato di poter fornire diverse garanzie.

Inter, Milito parla di Lukaku
Diego Milito ©Getty images

L’altro è Joaquin Correa. L’attaccante argentino è arrivato all’Inter per 30 milioni di euro dalla Lazio di Claudio Lotito. Due bomber al posto di uno che, puntando sulla valorizzazione di Lautaro Martinez, potrebbero fare dell’Inter addirittura una squadra più forte rispetto alla versione con Romelu Lukaku al centro dell’attacco.