L’Inter insidia la Juventus: Marotta ha due jolly per Vlahovic

L’Inter prova lo sgambetto alla Juventus (e alle inglesi) per Dusan Vlahovic: la proposta nerazzurra per sbaragliare la concorrenza

Tutti pazzi per Dusan Vlahovic e come potrebbe essere diverso. L’attaccante della Fiorentina piace a tutte le grandi d’Europa. In Premier League l’elenco di corteggiatrici è lunghissimo, va dal City al Newcastle, ma anche in Italia c’è chi pensa al bomber serbo per il futuro. La Juventus soprattutto che si vanta anche della volontà del calciatore di aspettare le mosse bianconere.

Vlahovic
Vlahovic © LaPresse

Ma in Serie A c’è anche un’altra squadra che pensa al 21enne: si tratta dell’Inter. Il club nerazzurro deve trovare un attaccante per il futuro visto che Dzeko, per quanto ancora in splendida forma, ha comunque 36 anni, e Vlahovic rappresenterebbe il profilo ideale. “Bisogna buttarsi anche nelle trattative impossibili” ha detto ieri Marotta, una frase che sembra calzare a pennello per il serbo. Economicamente i nerazzurri non possono fare investimenti esorbitanti senza cessioni importanti, ma i dirigenti interisti potrebbero avere le carte giuste per convincere la Viola.

LEGGI ANCHE >>> Calciomercato Inter, rivoluzione totale: l’obiettivo ne rimpiazza tre!

Calciomercato Inter, doppia contropartita per Vlahovic

Vlahovic
Vlahovic © LaPresse

Così per mettere le mani su Vlahovic e sbaragliare la concorrenza, Marotta potrebbe giocarsi una doppia carta. La prima è Stefano Sensi, centrocampista che in nerazzurro tra sfortuna e panchina sta trovando poco spazio, ma che sarebbe perfetto per il gioco di Italiano. L’ex Sassuolo avrebbe l’opportunità di giocare con continuità e mettersi alle spalle i costanti guai fisici.

Insieme al centrocampista, potrebbe fare le valigie per trasferirsi a Firenze anche Andrea Pinamonti. Attualmente in prestito all’Empoli, il 22enne sta facendo bene in Toscana: cinque reti in tredici presenze con gli azzurri di Andreazzoli. Lui con Sensi potrebbero rappresentare le carte giuste per strappare il sì di Commisso e anticipare Juventus e big inglesi.