Calciomercato, Morata addio: l’Atletico prova a ‘consolare’ la Juventus

In caso di addio di Morata alla Juventus anticipatamente per vestire la maglia del Barcellona, l’Atletico Madrid potrebbe compensare con l’arrivo di Saul Niguez

Si prospetta un calciomercato invernale decisamente di fuoco per la Juventus di Massimiliano Allegri. I bianconeri infatti, che sembrano aver trovato la loro dimensione in campo dopo un inizio di stagione non particolarmente esaltante, potrebbero perdere Morata.

Juventus, l'Atletico cede Morata
Agnelli Arrivabene © LaPresse

Il centravanti spagnolo avrebbe infatti dato il suo benestare per un eventuale trasferimento al Barcellona di Xavi, club protagonista finora delle trattative con l’arrivo, decisamente oneroso, di Ferran Torres dal Manchester City di Pep Guardiola. In caso di partenza di Morata per approdare al Camp Nou, la Juventus dovrebbe trovare un nuovo centravanti e alla svelta.

Sul taccuino degli uomini mercato bianconeri c’è sicuramente il nome di Gianluca Scamacca, centravanti del Sassuolo di Alessio Dionisi, ma occhio anche al grande sogno che risponde al nome di Dusan Vlahovic, bomber della Fiorentina e al momento capocannoniere in solitaria del campionato italiano di Serie A. L’Atletico Madrid, che detiene il cartellino di Morata e che l’ha dato in prestito oneroso alla Vecchia Signora, potrebbe compensare la partenza del giocatore iberico con un centrocampista da tempo nel mirino della Juventus.

LEGGI ANCHE >>> Calciomercato, Xavi mette ko la Juventus: svolta Barcellona

LEGGI ANCHE >>>Calciomercato Milan tra entrate e uscite: ecco i colpi di gennaio

Calciomercato Juventus, addio Morata: l’Atletico prova a compensare

In caso quindi di partenza verso il Barcellona di Morata, l’Atletico Madrid, per ‘consolare’ la Juventus, potrebbe mettere sul piatto il profilo di Saul Niguez. Il centrocampista spagnolo non sta impressionando in prestito al Chelsea e potrebbe salutare lo Stamford già nella finestra invernale di gennaio.

Il giocatore dell’Atletico Madrid potrebbe essere l’uomo in più a centrocampo per la Juventus, ma l’ipotesi, almeno per il momento, non sembra scaldare troppo la dirigenza della Vecchia Signora che andrebbe a perdere un attaccante fondamentale in un momento in cui la produzione offensiva stava iniziando a carburare dopo settimane di assoluta difficoltà.