Operazione chiusa: De Laurentiis ora conferma tutto

Intervenuto in occasione della presentazione del prossimo ritiro del Napoli, il patron De Laurentiis ha dato anche delle anticipazioni di mercato

La stagione del Napoli, come quella delle altre 19 squadre di Serie A, volge ormai al termine. Il sogno Scudetto – coltivato per larga parte della stagione – è ormai sfumato da quella fatidica trasferta al ‘Castellani’ di Empoli. Presente a Dimaro assieme al tecnico Luciano Spalletti in occasione della presentazione del prossimo ritiro del club azzurro, il patron De Laurentiis ha parlato anche di mercato. Il club azzurro resta ambizioso. il presidente non ha intenzione di mollare nemmeno di un centimetro.

Aurelio De Laurentiis saluta
Aurelio De Laurentiis © LaPresse

L’occasione è stata propizia, oltre che per parlare dell’inizio vero e proprio della prossima stagione, anche per lanciare delle anticipazioni sul futuro di alcuni giocatori. “Il ritiro diventa un momento importante per tutti. Saremo anche in periodo mercato, quindi con novità importanti. Ci saranno impegni amichevoli, come sempre. La “normalizzazione” è importante: potremo tornare a ospitare più di mille persone. Nel 2019 avevamo avuto 70mila napoletani, arrivati da tutte le parti d’Europa, ci auguriamo di poter tornare a quegli anni anche per gli eventi insieme con i tifosi. Abbiamo tante novità che scopriranno i tifosi che saranno con noi“, ha esordito il presidente.

Il futuro dei big: De Laurentiis non si nasconde

Andre Zambo Anguissa Calciomercato
Andre Zambo Anguissa © LaPresse

Chi ci sarà in ritiro? Anguissa sicuramente. Resta con noi“, ha annunciato De Laurentiis. “Mathias Olivera sulle foto del ritiro? Ne stiamo seguendo tanti, magari metteremo più di una foto poi. Con Mertens ci siamo visti e parlati, ci dovremo incontrare nuovamente per il rinnovo. Non è ancora finito il campionato, quando lo sarà se ne parlerà. Il 22 saremo a La Spezia per l’ultima partita, poi vedremo: nei giorni successivi io sarò a Napoli, non scappiamo. Anche con Spalletti ci incontreremo ancora per gettare le basi del prossimo anno“, ha dichiarato il patron.

Amichevoli? Aspettiamo da Spalletti e dallo staff tecnico il programma dei dieci giorni insieme, ma dovrebbero esserne ancora due. Sicuramente è un elemento importante che richiama un flusso di tifosi ulteriore. Nel nostro palinsesto ne teniamo conto e proveremo a distribuire gli eventi in tutti i dieci giorni di lavoro“, ha concluso il presidente.