Salernitana, oggetti in campo e match sospeso: decisione UFFICIALE del Giudice Sportivo

Maxi multa e un settore chiuso: questa la punizione del Giudice Sportivo alla Salernitana dopo la partita con l’Udinese che ha portato i granata alla salvezza

Prima della festa, lo stadio Arechi è stato teatro di qualche momento di tensione. Una tensione legata al risultato che stava maturando sul campo e alla paura dei tifosi di tornare in Serie B: arriva la decisione del Giudice Sportivo.

Tifosi Salernitana ©LaPresse

Al termine dell’ultima giornata del campionato di Serie A, arriva il comunicato del Giudice Sportivo. Un comunicato particolarmente atteso dopo quanto accaduto allo stadio Arechi, dove si è registrato qualche attimo di tensione nel corso del secondo tempo. Lancio di oggetti, fumogeni compresi, e un incendio, con il match sospeso per sette minuti dall’arbitro Orsato.

In particolar modo, nel comunicato pubblicato questo pomeriggio, il referto recita che “nel corso della gara si verificava, da parte dei sostenitori della Salernitana occupanti vari settori dello stadio, un continuo lancio di fumogeni, bottiglie in vetro e oggetti di varia natura, compreso un seggiolino, sia sul terreno sia nel recinto di gioco” oltre che “in direzione degli ufficiali di gara e verso la panchina avversaria”. Ecco perché l’arbitro, al 12′ della ripresa, ha interrotto il gioco per ben sette minuti.

Ivan Radovanovic ©LaPresse

Salernitana – Udinese, arriva la multa del Giudice Sportivo

In virtù di quanto refertato, il Giudice Sportivo ha comminato una multa di 30mila euro alla Salernitana e non solo. È stata disposta anche la chiusura del settore Distinti dello stadio Arechi per una giornata. Occhio anche alla diffida: alla prossima sanzione, scatterà un turno di squalifica per l’intero stadio situato in via Allende.

Ai 30mila euro di multa per il citato lancio di oggetti in campo, si aggiungono altri 10mila euro che il club dovrà pagare “per il coro insultante al 12′ del secondo tempo nei confronti del calciatore bianconero”. Nel dettaglio, si tratta di Pereyra, finito nel mirino dei tifosi granata dopo aver esultato mostrando una maglia (messaggio rivolto al padre) sotto la Curva Sud Siberiano.