Juventus, Allegri silurato: “Ha raggiunto il limite”

Le ultime dichiarazioni del tecnico bianconero non sono piaciute ad alcuni addetti ai lavori, secondo cui Allegri avrebbe raggiunto il limite

Già nella bufera da inizio anno – per lo meno dal deludente pareggio contro la Sampdoria, alla seconda giornata – Massimiliano Allegri ha visto aggavarsi la sua posizione non solo dopo il polemico pareggio interno contro la Salernitana, ma soprattutto dopo la caduta interna in Champions League contro il Benfica.

Maurizio Arrivabene e Pavel Nedved insieme
Maurizio Arrivabene e Pavel Nedved © LaPresse

Le ultime dichiarazioni dell’allenatore bianconero poi, rilasciate al Corriere della Sera, hanno fatto discutere. “Sono molto dispiaciuto per questa situazione e mi chiedo spesso se ho commesso errori. La prima risposta che mi viene in mente è che la Juve era stata pensata in un altro modo. Con Rabiot-Paredes-Pogba a centrocampo più Locatelli a fare il primo che subentra. Di Maria e Chiesa sulle fasce, Vlahovic nel mezzo. La Juve di adesso è virtuale“, ha detto Allegri. Pane per i denti dei suoi detrattori, che non hanno mancato di far sentire il loro disappunto.

Allegri nel mirino, Ravezzani non le manda a dire

Massimiliano Allegri accigliato
Massimiliano Allegri © LaPresse

Il direttore di Telelombardia Fabio Ravezzani ad esempio, non le ha mandate a dire al tecnico tocano. Già ‘contestatore’ della prima ora sull’operato dell’allenatore, il giornalista ha dato la sua personale interpretazione delle parole di Allegri con un post su Twitter.

“Per esperienza personale, c’è un momento in cui qualsiasi allenatore perde il contatto con la realtà e inizia a sostenere tesi inverosimili che fanno sorridere. Allegri ha raggiunto questo punto. Spero solo per lui non sia il celebre punto di non ritorno”, le parole di Ravezzani.