Inter-Barcellona, Xavi perde i pezzi: emergenza difesa

In vista del doppio confronto di Champions League, il tecnico blaugrana incassa due pesanti tegole: assenze pesanti in casa Barcellona

Si parla spesso del pericolo che i giocatori che viaggiano con le proprie nazionali possano infortunarsi, lasciando così i loro club in difficoltà alla ripresa delle operazioni. Solo per restare alle squadre italiane, lo scotto è stato abbondantemente pagato dal Milan, con gli stop di Tonali e Maignan, e dall’Inter, con l’infortunio di Marcelo Brozovic. Ovviamente la sfortuna non ha colpito solo i club della nostra Serie A.

Xavi Hernandez preoccupato
Xavi Hernandez © LaPresse

Il Barcellona, prossimo avversario proprio dei nerazzurri nel doppio confronto ravvicinato di Champions League, ha forse subìto i danni peggiori. Già in ansia per le condizioni di Jules Koundé, che con la Francia ha riportato una lesione del bicipite femorale sinistro nello stesso incontro che ha visto il problema al polpaccio per Mike Maignan, il tecnico Xavi ha incassato un’altra tegola.

Araujo finisce sotto i ferri, la FIFA paga il Barcellona

Ronald Araujo in azione
Ronald Araujo © LaPresse

La lesione all’adduttore della coscia destra rimediata da Ronald Araujo nell’amichevole giocata col suo Uruguay contro l’Iran mette a rischio il difensore addirittura per i Mondiali in Qatar. È recentissima poi la notizia, diffusa dal portale Actu Foot, che il sudamericano dovrà operarsi in Finlandia per accelerare il recupero. Lo stop certificato è superiore ai 28 giorni, tanto è vero che la FIFA sarò costretta a pagare fino a 20.000 euro al giorno – fino all’avvenuta guarigione del centrale – al club blaugrana per lo stop del suo difensore.

Indennizzo a parte, che per lo meno ripaga un minima parte la società catalana dello stop, il tecnico Xavi si trova costretto a rivoluzionare la sua difesa. Restano a disposizione, per il ruolo di central difensivi, Christensen ed Eric Garcia. Ricambi di qualità, ma con caratteristiche ben diverse rispetto al francese e all’uruguaiano. In teoria ci sarebbe anche un certo Gerard Piquè tra i papabili alla sostituzione di uno dei due, ma il veterano sembra essere uscito dalle gerarchie dell’allenatore anche in assenza di due titolari.