ll gioiello è andato via, l’Inter lo rimpiange: “Presto varrà il triplo”

Mentre fa i conti col grande ritardo accumulato in classifica, l’Inter ammira con rimpiato i progressi del suo ex gioiello

La beffa è servita. La sconfitta patita dall’Inter all’Allianz Stadium porta con sè diversi motivi di rammarico e rabbia per i tifosi nerazzurri. In primo luogo, le tante occasioni sprecate sullo 0-0. In secundis, l’aver visto brillare i giovani talenti bianconeri – Fagioli e Miretti, col primo che ha anche realizzato i gol del 2-0 – al cospetto di una formazione, quella meneghina, che in campo aveva praticamente solo veterani.

Simone Inzaghi perplesso
Simone Inzaghi © LaPresse

Vero è che Allegri ha schierato i due talenti anche per l’assenza dei titolari nei loro ruoli – Paredes e McKennie su tutti – ma è altrettanto innegabile che la Vecchia Signora i suoi gioielli se li è tenuti quasi tutti. Con l’eccezione di Nicolò Rovella, chiuso nella sua posizione i campo proprio da Fagioli, la dirigenza bianconera ha deciso di far crescere i suoi talenti alla Continassa. A differenza dell’Inter, che un fenomeno lo aveva in casa, ma poi l’ha venduto. Il rimpianto inizia ad essere quasi insopportabile.

Casadei incanta a Londra, l’Inter si mangia le mani

Cesare Casadei esultanza
Cesare Casadei © LaPresse

Con tre gol ed un asssit in cinque gare disputate con la maglia del Chelsea Under 21 nella Premier League 2, Cesare Casadei ha già conquistato Londra. L’ex capitano dell’Inter Campione d’Italia Primavera è stato venduto ai Blues nella scorsa estate per 15 milioni di euro. A chi sorrideva per l’eccessiva valutazione data dal club britannico per il cartellino del talento nativo di Ravenna, ora fa mea culpa. Chi gongolava per aver incassato una cifra ritenuta ‘eccessiva’ per un giovane di belle speranze, ora lo rimpiange.

L’aver visto la crescita, pur di mille difficoltà, dei giovani talenti della Juve in Serie A non fa altro che aumentare la rabbia dei tifosi nerazzurri. Perchè vendere il milgior prodotto delle Giovanili nerazzurre? Perchè vendere il futuro, come sostiene Inter Scout, gruppo Twitter che si impegna a monitorare i progressi dei giovani talenti nerazzurri dirottati in prestito? Tra i tifosi prevale il rammarico per aver dato via troppo in fretta, un calciatore che avrebbe potuto essere utile anche nel presente. Figuriamoci tra qualche anno…