Di Maria addio, colpo a casa Ancelotti: 50 milioni sul piatto

La resa del fenomeno argentino, spesso ai box per infortunio, non ha soddisfatto la dirigenza bianconera: arriva il grande colpo

Lampi di classe, come quello chegli ha consentito mettere a segno il primo gol della Juve in Serie A contro il Sassuolo. Poi altre perle, come i tre assit regalati ai compagni per l’unica vittoria ottenuta in Champions, quella casalinga contro il Maccabi Haifa. Nel mezzo – e prima, e dopo-  tanti infortuni. Troppi. Il rapporto non idilliaco con Allegri e una presunta mancata leadership nello spogliatoio hanno fatto il resto. In più, i continui riferimenti alla volontà di tornare a giocare nel Rosario Central, in Argentina. Insomma, questi primi emsi di Angel Di Maria alla Juve sono stati segnati da molte più ombre che luci.

Angel Di Maria in azione
Angel Di Maria © LaPresse

Gli Stati Generali bianconeri, in accordo col tecnico Allegri, avrebbero così deciso di rinunciare al sudamericano già nella sessione invernale di gennaio. Ci si siederà tutti insieme al tavolo per trovare una soluzione: l’obiettivo è quello di una rescissione consensuale del contratto, comunque in scadenza a giugno 2023. Per riempire il vuoto lasciato da un calciatore che comunque, se sano, sarebbe stato pedina insostituibile nello schieramento titolare dell’allenatore, la Juve sta guardando in casa Real Madrid. L’obiettivo, già ambìto dal Milan, è ora cerchiato in rosso nell’agenda dei dirigenti bianconeri.

Juve a tutta su Asensio: il Real fissa il prezzo

Marco Asensio
Marco Asensio © LaPresse

Mancino, piede fatato, capace di regalare magie grazie al suo talento, Marco Asensio è una sorta di Di Maria con otto anni di meno. L’accordo in scadenza a giugno col club merengue, già oggetto di infinite trattative in estate – non andate a buon fine – non verrà rinnovato. Il calciatore è voluto restare a tutti i costi per giocarsi le sue chances nelle rotazioni di Ancelotti: missione per lo più fallita, sebbene negli ultimi tempi, complici le tante assenze nella rosa dei ‘Blancos’, il maiorchino ha avuto più spazio.

Come riferito dal portale spagnolo ‘Elgoldigital’, Florentino Perez attende con ansia il Mondiale per verificare lo stato di forma del ragazzo. Se Asensio dimostrerà il suo valore in campo, il Real aprirebbe le porte ad una cessione, il cui prezzo è fissato a 50 miloni. Forse troppi per un calciatore in scadenza di lì a 6 mesi, ma trattare il costo del cartellino con le Merengues non è ipotesi da scartare. La Juve avrebbe il suo attaccante esterno, con buona pace del Milan che ha inseguito Asensio per tutta l’estate…