Asse Torino-Francoforte, lo scambio con soldi fa esultare Allegri

Clamorosa opportunità per la Juve, che in un colpo solo si libererebbe dell’esubero acqustando un obiettivo della scorsa estate

In un mercato, quello invernale, che sarà necessariamente caratterizzato dall’oculatezza negli affari in entrata – con le solite eccezioni di alcuni top club europei, che non hanno problemi a spendere – uno scambio di giocatori con l’aggiunta di un conguaglio a favore può rappresentare un vero e proprio toccasana. Soprattutto se il nuovo arrivo è un obiettivo di vecchia data e il partente è da tempo accreditato alla cessione e inserito in tanti possibili scambi con altri club.

Massimiliano Allegri sorridente
Massimiliano Allegri © LaPresse

La fattispecie ipotizzata è esattamente quello che bolle in pentola in casa Juve, coi bianconeri impegnati a far fruttare al meglio l’asse con l’Eintracht Francoforte. La squadra tedesca, dopo aver chiuso con la Vecchia Signora la trattativa Kostic sul finire del calciomercato estivo, potrebbe concludere un altro affare. Che risolverebbe non pochi problemi al club bianconero.

Ndicka più soldi per McKennie: Allegri gongola

Già nel mirino di alcune squadre inglesi, e dopo aver rifiutato la proposta del Bournemouth, Weston McKennie resta una delle possibili partenze di gennaio in casa Juve. Se però fino a qualche giorno fa il calciatore era visto soprattutto come possibile generatore di un tesoretto da reinvestire magari per l’acquisto di Alexis Mac Allister, la proposta dell’Eintracht potrebbe cambiare i programmi bianconeri. Già perchè la società teutonica offre sì un cash, ma limitato. Perchè la trattativa dovrebbe essere accompagnata dall’arrivo a Torino di un pallino di Max Allegri.

Weston McKennie in azione
Weston McKennie © LaPresse

Parliamo di Evan Ndicka, il centrale francese mancino in scadenza di contratto nel 2023. Il ds Federico Cherubini, che aveva corteggiato il giocatore già la scorsa estate, stava pazientemente aspettando che lo stesso si liberasse a zero con l’inizio del nuovo anno. Preso atto che il rinnovo mai sarà firmato, la dirigenza tedesca deve necessariamente cedere Ndicka. Ovviamente prima che lo stesso se ne possa andare senza portare nulla nelle casse del club. L’idea è allora quella di intavolare uno scambio con McKennie, da sempre nel mirino dell’Eintracht. La Juve riflette su una proposta che sembra non dispiacere affatto allo staff tecnico…