Calciomercato Juve, svolta Kulusevski: scambio più cash

Calciomercato Juve: possibile svolta in arrivo per la cessione di Dejan Kulusevski. L’ipotesi di scambio più cash: tutte le cifre e i dettagli

È Dejan Kulusevski uno dei nomi destinati ad infiammare il prossimo calciomercato invernale. Ai rumors degli ultimi mesi e settimane si sono aggiunte nuove indiscrezioni nella giornata di ieri: l’esterno svedese della Juventus sarebbe finito nel mirino dell’Arsenal.

Calciomercato Juve, svolta Kulusevski: scambio più cash
Dejan Kulusevski © Getty Images

I ‘Gunners’ avrebbero infatti effettuato un primo sondaggio per il classe 2000 in vista di gennaio. L’ex Atalanta e Parma è seguito anche dal Tottenham di Paratici e potrebbe così lasciare Torino già nei prossimi mesi. Kulusevski, infatti, sta faticando a trovare spazio con Massimiliano Allegri ed iniziano così ad arrivare i primi interessamenti concreti anche dall’estero. Ecco la possibile offerta dell’Arsenal.

LEGGI ANCHE >>> Calciomercato Juve, addio all’obiettivo e niente cessione: i dettagli

Calciomercato Juve, la possibile offerta dell’Arsenal per Kulusevski

Kulusevski
Kulusevski e Dybala © Getty Images

L’esterno svedese è legato alla Juventus da un lungo contratto fino al 2025 ed è valutato dai bianconeri almeno 40 milioni di euro. Ai primi sondaggi esplorativi dell’Arsenal potrebbe così fare seguito un interessamento concreto ed una prima proposta da parte dei ‘Gunners’. Si tratta di una valutazione piuttosto importante per il calciomercato invernale e la società inglese potrebbe così tentare l’inserimento di una contropartita tecnica.

LEGGI ANCHE >>> Calciomercato Juventus, assalto al talento | Pronti 50 milioni

Tra i giocatori graditi alla Juventus c’è sicuramente Alexandre Lacazette: il centravanti francese è in scadenza di contratto a giugno ed è già stato accostato al club bianconero. L’Arsenal potrebbe così mettere sul piatto il cartellino dell’esperto attaccante, valutato circa 15 milioni di euro, più un conguaglio economico di circa 25 milioni. Occhi puntati, dunque, sull’asse Torino-Londra.