Conte ‘dimenticato’: la stoccata dopo la vittoria dell’Inter

Dopo il primo terzo di stagione, l’Inter si trova a quattro punti dalla coppia Milan-Napoli prima in Serie A. Il pensiero di Sconcerti su Simone Inzaghi e Antonio Conte

L’Inter ha battuto l’ex Spalletti nella tredicesima giornata di Serie A, recuperando in un colpo solo tre punti alla coppa in vetta. Ora gli uomini di Simone Inzaghi sono a quattro punti di distanza da Milan e Napoli, tornando prepotentemente in corsa per il titolo. I nerazzurri inoltre, hanno trovato la prima vittoria con una big, dopo aver pareggiato con Juventus, Milan e Atalanta ed aver perso a Roma contro la Lazio.

Simone Inzaghi Sconcerti
Simone Inzaghi © LaPresse

LEGGI ANCHE >>> Inter-Napoli, la sfida si sposta sul mercato: obiettivo in casa Mourinho

Ora i nerazzurri sono attesi dalla trasferta di Venezia, mentre il Napoli ospiterà la Lazio di Sarri. Una ghiotta occasione per recuperare ulteriore terreno e dimostrare che la squadra è pronta per il titolo. Mario Sconcerti, ha commentato sul Corriere della Sera la prova dell’Inter: “Ha fatto una grande partita per 75 minuti, dominando spesso il Napoli. Successivamente, Simone Inzaghi ha concesso il gol togliendo Barella e Lautaro, pensando di poterla controllare fino alla fine.” Il giornalista è rimasto impressionato dal modo in cui i nerazzzurri hanno annientato Ruiz e Anguissa, senza dimenticare le difficoltà di Di Lorenzo nel duello con Perisic.

Per rimanere aggiornati e commentare con noi tutte le notizie di mercato, di calcio italiano ed estero, seguiteci sui nostri profili FACEBOOKTWITTER e INSTAGRAM!

Hakan Calhanoglu
Hakan Calhanoglu © LaPresse

Inter, la frecciata di Sconcerti a Antonio Conte

La partita di San Siro ha riaperto il campionato. Merito della prova dei nerazzurri, ora lontani sole quattro lunghezze dalla coppia Milan-Napoli in vetta alla classifica. Sconcerti commenta così il primo terzo di stagione dell’Inter: “L’impressione è che non ci sia più bisogno di Conte – dice il giornalista – l’Inter riesce a dare il suo meglio, vedremo se bastera.”

LEGGI ANCHE >>>  Via dall’Inter, ritorno di fiamma a gennaio: svolta per l’erede di Handanovic

Non è mancata una riflessione sulla Serie A: “Il prodotto è in crescita,  il Napoli ha otto punti in più della passata stagione e il Milan uno – prosegue – una stagione pazza perchè normale.”