Cassano attacca ancora Allegri: “Va aiutato subito”

Antonio Cassano è tornato a parlare della gestione di Massimiliano Allegri sulla panchina della Juventus: ancora critiche per il suo ex allenatore

Dopo la pesante sconfitta in Champions League, Allegri cercherà di tornare subito alla vittoria in Serie A affrontando la super Atalanta di Gasperini. Sarà un altro match ostico per i bianconeri, ma nel frattempo Antonio Cassano ha criticato ancora una volta l’operato del suo ex allenatore.

Allegri
Allegri ©Getty Images

 Antonio Cassano ai microfoni della “Bobo tv” ha rivelato il suo pensiero sull’ex allenatore ai tempi del Milan: “Le sue dichiarazioni fanno discutere: puoi prendere in giro chi non ha mai giocato a calcio, gli incompetenti, ma i tifosi hanno gli occhi e poi soprattutto ci siamo noi. Ha detto che hanno fatto un buon primo tempo?”.

LEGGI ANCHE >>> Calcicomercato, il Milan teme la ‘vendetta’: lo scippo è doppio

Poi ha aggiunto: “Il Chelsea ha squarciato la Juve per ritmo ed idee: Allegri non può andare avanti così, o si dà una mossa o va di male in peggio. E’ la squadra più forte in Italia, ma il suo 4-4-2 mi ricorda quello di Simeone che sugli esterni metteva dei centrocampisti centrali. Sono due partite che fa giocare quattro centrocampisti centrali, è una follia”.

Per rimanere aggiornati e commentare con noi tutte le notizie di mercato, di calcio italiano ed estero, seguiteci sui nostri profili FACEBOOKTWITTER e INSTAGRAM!

LEGGI ANCHE >>> Falso in bilancio e plusvalenze fittizie: cosa rischia la Juventus

Cassano, la critica perpetua ad Allegrri

Successivamente l’ex talento di Bari Vecchia ha aggiunto: “Lui è bravo nella gestione dei campioni, ma per ricostruire e dare un gioco prendere Allegri è stato l’errore più grande che la Juve potesse fare. Non è che lui non può e non vuole fare certe cose, è che non sa farle. Va aiutato immediatamente”.

allegri
allegri ©Getty Images

La Juventus continuerà a lavorare in vista delle prossime sfide di campionato per tornare ad essere un punto di riferimento in Italia e in Europa.