Calciomercato Milan, è fatta: scippo in Serie A | Reazione immediata

La dirigenza rossonera incassa la beffa per un giocatore che avrebbe già chiuso l’accordo con un altro club: Paolo Maldini vira su un altro obiettivo

Nelle mille movimentazioni di mercato, e negli altrettanto numerosi nomi in agenda, il Milan deve incassare una notizia poco piacevole: il centrocampista individuato per rafforzare il reparto – e forse, chissà, anche per sostituire il possibile partente Kessié, ha deciso di accasarsi ad un altro club italiano.

LEGGI ANCHE >>> Serie A, 15^ giornata: il Milan passeggia, il Napoli si butta via

Ikoné calciomercato Milan
Jonathan Ikone (©Getty Images)

L’oggetto del desiderio si chiamava Jonathan Ikoné, il centrocampista del Lille su cui però la Fiorentina è arrivata per prima. Forte del gruzzolo che prima o poi verrà incassato dalla cessione di Dusan Vlahovic, la società viola avrebbe messo subito sul piatto 15 milioni per il club francese. Con un contratto pronto di 4 anni e mezzo per il calciatore, che dovrebbe arrivare già nel prossimo mercato di gennaio. E il Milan? Paolo Maldini non sta certo a guardare.

Calciomercato Milan, si guarda in Serie A per il nuovo obiettivo

Nedim Bajrami calcia il pallone
Nedim Bajrami © Getty Images

Il nuovo profilo nell’agenda dell’abile dirigente rossonero è Nadim Bajrami, centrocampista dell’Empoli e della nazionale albanese. Il costo relativamente contenuto dell’operazione potrebbe spingere il Diavolo ad accelerare il tavolo delle trattative col club toscano. La crescita esponenziale dell’ex Grasshoppers avrebbe convinto tutti sulla bontà dell’operazione. Lo stesso Pioli avrebbe dato il suo ok.

LEGGI ANCHE >>> Milan, Rangnick soffia il titolare: con lui anche Donnarumma

La mossa della dirigenza rossomera si spiega anche con la necessità di cautelarsi in vista di un possibile assalto a Franck Kessié che potrebbe arrivare da qualche big d’ Europa, desiderosa di igaggiare da subito l’ivoriano senza partecipare a pericolose aste sull’ingaggio da giugno. La speranza è sempre quella di trattenere ‘il presidente’, ma al momento le parti sono lontane.

A.C.