Allegri vara la rivoluzione in casa Juve: triplo addio

La deludente stagione dei bianconeri comporterà delle scelte nette sul mercato: triplo addio sul fronte offensivo

Già in atto dal momento in cui si è certificata l’uscita dalla lotta Scudetto – avvenuta di fatto dopo aver perso in campionato all’Allianz Stadium contro l’Inter – in casa Juve la rivoluzione subirà un’impennata clamorosa dopo la deludente serata di Coppa Italia. La dirigenza bianconera è stata più che chiara: non sarà tollerata un’altra annata con nessun trofeo in bacheca.

Massimiliano Allegri pensieroso
Massimiliano Allegri © LaPresse

Il tecnico Max Allegri, blindato da un contratto pluriennale a 9 milioni annui, darà il via alla rivoluzione: sarà soprattutto il fronte offensivo a vedere una profonda trasformazione, con ben tre giocatori destinati a lasciare il club. Per la verità sarebbero quattro, se ci infiliamo anche Paulo Dybala, per il quale la società si è già spesa abbondantemente in annunci ufficiali sull’addio. Le trattative per portare Angel Di Maria in bianconero proseguono: ecco chi farò posto al ‘Fideo’ nell’attacco della Vecchia Signora.

Rivoluzione Juve, salutano in tre

Alvaro Morata desolato
Alvaro Morata © LaPresse

Il primo a lasciare, alla luce dei nuovi accordi tra Atletico Madrid e Barcellona in un triangolo che coinvolge anche Antoine Griezmann, sarà Alvaro Morata. Il club colchonero, come riporta l’edizione odierna de ‘La Stampa’, non fa sconti sui 35 milioni di riscatto definitivo concordati due anni fa. Lo spagnolo torna dunque alla base, dove ad attenderlo c’è l’offerta di Xavi per portarlo in Catalogna. Il secondo a salutare la Continassa sarà Federico Bernardeschi, uno dei fedelissimi del tecnico toscano. Il contratto in scadenza nel prossimo giugno non è oggetto di rinnovo: la distanza tra le parti è ancora amplissima, e l’ex viola è destinato ad andar via a parametro zero. Lazio e Milan le squadre in pole per un affare low cost, considerando che il costo del cartellino sarà nullo.

La terza posizione è quella più in bilico, ma solo sulle modalità della futura cessione: il domani di Moise Kean è ancora tutto da stabilire. L’accordo con l’Everton prevede il riscatto obbligatorio a 28 milioni al verificarsi di determinate condizioni, Anche in questo caso la dirigenza bianconera vorrebbe uno sconto dai Toffees, ma questo difficilmente verrà accordato. L’attaccante sarà probabilmente ancora bianconero alla riapertura ufficiale del mercato a luglio, ma la sua presenza alla Continassa sarà solo di passaggio. Il club torinese è già a caccia di acquirenti per una cessione in prestito o a titolo definitivo.