Affondo Inter: doppia contropartita, Juve e Roma al tappeto

L’ad dell’Inter Giuseppe Marotta ha una strategia precisa per accaparrarsi il gioiello: Juve e Roma a rischio beffa

La stagione dell’Inter, che ha prodotto la conquista di due trofei nel primo anno della gestione Inzaghi, si è chiusa con una doppia amarezza: quella sul campo, con lo Scudetto conquistato dal Milan, e l’ufficialità dell’addio di Ivan Perisic, uno dei grandi trascinatori dell’undici del tecnico piacentino. La voglia di riprendersi lo Scudetto strappato dai cugini è il pensiero fisso che alberga nella mente e nel cuore di Giuseppe Marotta.

Simone Inzaghi sorridente
Simone Inzaghi © LaPresse

Per riprendersi lo scettro di Campioni d’Italia, e per fare ancora più strada in Europa, l’abile dirigente ha già messo nel mirino un paio di obiettivi ambìti da altri top club. Uno è Gianluca Scamacca, designato come bomber del futuro da far crescere all’ombra di Edin Dzeko. L’altro è un giovane centrocampista che, dopo la trafila nelle Giovanili della Roma, si è imposto al grande calcio con una stagione eccezionale. La concorrenza per i due gioielli è aspra: Marotta avrebbe però trovato, con particolare riferimento alla battaglia per accaparrarsi il secondo, una formula in grado di vincere la resistenza del club proprietario del cartellino.

Marotta affonda il colpo per Frattesi: doppia contropartita

Davide Frattesi Calciomercato
Davide Frattesi © LaPresse

L’abile dirigente nerazzurro starebbe esplorando la pista delle contropartite tecniche per arrivare a Davide Frattesi. Sul piatto ecco allora spuntare Stefano Sensi – che proprio dal Sassuolo fu prelevato dall’Inter nell’estate del 2019 – e Cesare Casadei, centrocampista fresco Campione d’Italia con l’inter Primavera. Il valore di mercato dei due nerazzurri è più o meno lo stesso: 10-12 milioni per Sensi, non meno di 10 per il classe 2003. Ovviamente se ci sarà bisogno di aggiungere un piccolo conguaglio, Marotta non si tirerà inidetro. Ma è sul valore e sull’utilità delle contropartite che l’ad conta di strappare il sì alla società emiliana.

Se l’offerta venisse formalizzata, Juve e Roma si troverebbero di fronte ad un bivio: privarsi anch’esse di qualche gioiello per ‘pareggiare’ la proposta nerazzurra, o svenarsi con un’offerta cash che comporterebbe meno liquisità per altri investimenti? Il dilemma non è di facile soluzione per bianconeri e giallorossi…