Saluta Ancelotti e se ne va in Argentina: Juve a bocca asciutta

Il destino di un esubero di Carlo Ancelotti potrebbe essere una destinazione clamorosa: la Juve mastica amaro

Arrivato a Madrid nell’estate del 2019, quello che all’epoca – sebbene siano passati solo poco più di tre anni, tante cose sono cambiate – era ritenuto uno dei più forti giocatori al mondo, potrebbe aver finito qui la sua esperienza con la gloriosa camiseta blanca.

Carlo Ancelotti saluta
Carlo Ancelotti © LaPresse

Pagato ben 110 milioni di euro dal Chelsea, il calciatore è stato una delle più grandi delusioni tra i ricchissimi investimenti del presidentissimo Florentino Perez. Del resto lo score totale in maglia Real, dal 2019-20 ad oggi, parla di 72 presenze e soli 7 gol. Relativamemte alla sola Liga spagnola i gettoni sono 51, con 4 reti. E molte delle presenze, giova ricordarlo, sono state da subentrato. Il più delle volte, considerando i recenti successi della Casa Blanca, a risultato ormai acquisito a favore delle Merengues.

Hazard come De Rossi: ecco l’ipotesi Boca Juniors

Eden Hazard e Carlo Ancelotti
Eden Hazard e Carlo Ancelotti © LaPresse

Secondo quanto riferito dal portale spagnolo ‘Mundodeportivo.com‘, il futuro di Eden Hazard sarà lontano da Madrid. Il feeling con Carlo Ancelotti non è mai nato: l’ex enfant prodige del calcio belga non ha avuto lo spazio necessario per mettersi in mostra nemmeno quando un certo Karim Benzema è stato fermo ai box. O quando Rodrygo, spesso vittima di piccoli acciacchi, non è rientrato nella lista dei convocati. La Juve, non nuova a mostrare interesse per giocatori che siano pronti qui-ed-ora (il caso Di Maria è emblematico) si è già affacciata sul calciatore, forte della volontà del Real di liberarsi di lui. L’idea sarebbe proprio quella di rimpiazzare  El Fideo con un altro fuoriclasse quasi al termine della carriera. Il disegno però è destinato a scontrarsi con delle sirene provenienti dall’Argentina.

È niente di meno che il Boca Juniors la nuova possibile destinazione del fantasista belga. Lo stesso giocatore, in una recente intervista, ha lasciato intendere che la suggestione degli Xeneizes  lo affascina eccome. “Se ti chiama il Boca è qualcosa di diverso, parliamo di una delle più grandi squadre d’America. Mia madre è una tifosa del Boca: il suo sogno è quello di vedermi giocare alla ‘Bombonera’“. Insomma, il matrimonio Hazard-Boca potrebbe essere celebrato a breve. Con buona pace della dirigenza bianconera.