Rinnovo Leao, Maldini ora ci crede: “Lo vogliamo entrambi”

L’ottavo di finale di Coppa Italia ha rappresentato l’occasione, per Paolo Maldini, di dare aggiornamenti sulla questione Rafael Leao

Dopo aver mandato giù l’amaro boccone servito da Tammy Abraham, che ha rovinato la serata domenicale rossonera col pareggi in extremis firmato a San Siro, il Milan si rituffa in campo affrontando il Torino nella gara secca valida per gli ottavi di finale di Coppa Italia.

Rafael Leao e Paolo Maldini
Rafael Leao e Paolo Maldini © LaPresse

L’occasione è stata propizia per intercettare Paolo Maldini, il Dt dei rossoneri, che nel pre-partita si è concesso ai microfoni di Sport Mediaset per parlare, oltre che del momento della squadra e degli obiettivi stagionali, anche sul tormentone che va avanti dalla scorsa estate: il rinnovo di contratto di Rafael Leao.

Svolta nella telenevola Leao: Maldini vuota il sacco

Con Leao ci stiamo sentendo, ci sono le videochiamate e non dobbiamo incontrarci per forza di persona. Cercheremo di arrivare a una soluzione. Le due parti sembra che lo vogliano e ora vogliamo provare a chiudere. Come abbiamo tentato di fare nell’ultimo anno e mezzo, dove poi sono successe molte cose: la nostra volontà c’è e quella del giocatore pure. Almeno così sembra“, ha esordito Maldini.

Rafael Leao in azione
Rafael Leao © LaPresse

Noi quest’anno abbiamo puntato sui rinnovi della nostra base di giocatori, costruita con la prima campagna acquisti del 2019, e hanno rinnovato praticamente tutti. C’è da dire che tutti quelli che volevano rinnovare hanno rinnovato“, ha aggiunto il dirigente che, suo malgrado, potrebbe aver lanciato anche una frecciata indiretta ai vari Donnarumma, Calhanoglu e Kessié, sebbene tutti arrivati a Milano prima del 2019.

Non poteva mancare una considerazione su Charles de Ketelaere, per molti ancora un oggetto misterioso: “Non si può pensare che un giocatore di 21 anni, con cinque stagioni di contratto, su cui c’è stato un investimento a lunga scadenza, sia all’ultima spiaggia per una partita di Coppa Italia. Questo credo sia sbagliato. Dobbiamo essere equilibrati. Abbiamo visto tante volte che bisogna aspettare, la questione Tonali ha insegnato tanto a tanti, questi giocatori sono giovani e devono trovare qualcosa di diverso prima di arrivare al Milan“, ha concluso.