Affare con Italiano, de Ketelaere entra in un clamoroso scambio

Il discusso talento belga del Milan potrebbe entrare in un clamoroso scambio con un giocatore viola: i dettagli

Criticato da alcuni, aspettato pazientemente da altri – compreso il suo allenatore Stefano Pioli, che non manca occasione per ribadire la validità dell’investimento della dirigenza – Charles de Ketelaere ancora non riesce a sfondare. Dopo i 120′ giocati in Coppa Italia contro il Torino – in cui ha svolto il ‘compitino’, senza brillare particolarmente – è arrivata la panchina nel match contro il Lecce, che ha segnato il secondo passo falso consecutivo del Milan in campionato.

Charles de Ketelaere in panchina
Charles de Ketelaere © LaPresse

La pazienza, anche dalle parti di Milanello, sembra ormai agli sgoccioli. Certo, il fatto che per i rossoneri in questo momento ogni match sia importante e decisivo, non aiuta il lento inserimento del talento belga. Che sicuramente sarebbe chiamato ad essere decisivo contro l’Inter in Supercoppa e all’Olimpico contro la Lazio, se verrà schierato in campo. Ecco che allora, considerate le urgenze del momento, si affaccia una nuova idea nell’animo di Maldini. Uno scambio con un giocatore della Fiorentina che in questo momento potrebbe dare quello strappo di cui i rossoneri avrebbero un gran bisogno.

De Ketelaere-Ikoné, asse caldo tra Milan e Fiorentina

Alla disperata ricerca di un profilo che sia già pronto, e che possa dare nuova linfa alla manovra offensiva del Diavolo, il dirigente avrebbe individuato in Jonathan Ikoné il giocatore desiderato. Starebbe prendendo quota l’idea di uno scambio di prestiti. Che riguarderebbe proprio il francese e il trequartista belga dei meneghini.

Jonathan Ikone in azione
Jonathan Ikone © LaPresse

La speranza di Pioli e Maldini, che comunque non hanno alcuna intenzione di cedere a titolo definitivo l’ex Bruges, è quella di ‘parcheggiare’ de Ketelaere in un club che dia meno pressioni di quello rossonero. Pur non essendo la stessa Firenze una piazza facile, la non urgenza di raggiungere determinati obiettivi -al momento i Viola sono in un limbo di classifia che non consente di sognare in grande – potrebbe agevolare il suo ambientamento. A fine anno verrebbero quindi verificati i progressi del belga. Nessuno vuole dilapidare un tale patrimonio tecnico ed economico. Ma il giocatore deve dare dei segnali importanti.