Colpo dalla Premier, Juve in guardia | Insidia dalla Spagna

La Juventus ha da tempo messo gli occhi su un giocatore della Premier League intenzionato a cambiare aria: è spuntata la concorrenza di un club spagnolo

Nella continua ed affannosa ricerca di un profilo in grado di migliorare realmente la qualità della rosa a disposizione del tecnico Allegri, la Juve ha messo gli occhi anche sulla Premier League: storicamente un campionato in cui i giocatori guadagnano tanto e vengono ceduti – mal volentieri – con valutazioni astronomiche. Spesso fuori portata per i club italiani. In casa Manchester United l’arrivo di Cristiano Ronaldo ha certificato una cosa: qualcuno in attacco è di troppo.

LEGGI ANCHE >>>Calciomercato, sfida fra Juventus e Milan per il bomber di A!

Federico Cherubini Pavel Nedved osservano
Federico Cherubini Pavel Nedved © LaPresse

Uno dei nomi in agenda, quello di Edinson Cavani, stuzzica la fantasia della dirigenza bianconera. Il costo del cartellino si aggira intorno ai 6 milioni – operazione dunque più che fattibile – sebbene il vero problema sia rappresentato dall’ingaggio monstre del Matador. Ben 15 milioni annui lordi di stipendio. A questi ultimi ostacoli si è ora aggiunta anche la notizia della concorrenza di un club spagnolo sul giocatore.

Juventus, ecco la concorrenza spagnola sul colpo dalla Premier

Edinson Cavani arrabbiato
Edinson Cavani © LaPresse

Con divesi giocatori infortunati e indisponibili nel reparto avanzato (En Nesyri è out, Lamela pure, e Munir sarà convocato col Marocco per la Coppa d’Africa insieme al primo), il Siviglia ha le risorse contate in attacco. Ecco che allora l’idea del ds Monchi, secondo quanto riportato dal portale ‘Fichajes.net’, è quella di fare un tentativo proprio per Cavani. Il colpo sarebbe certamente suggestivo, e consentirebbe agli andalusi di rilanciare le proprie ambizioni di titolo. O quanto meno di un piazzamento tra le prime 4.

LEGGI ANCHE >>> Ancora deludente, la Juventus corre ai ripari | Torna di moda lo spagnolo

Tuttavia la Juve può ancora giocarsi le sue carte sia per il blasone del suo nome, sia per le rinnovate ambizioni di classifica dopo gli ultimi risultati. Soprattutto poi, c’è da considerare l’aspetto già citato dell’ingaggio dell’uruguaiano, assolutamente non in linea coi parametri andalusi. Nella squadra di Lopetegui il solo Rakitic percepisce uno stipendio da vero top player, non arrivando comunque ai 7 milioni annui.

A.C.