Conte tradisce ancora la Juventus: doppio smacco

Antonio Conte sta preparando la lista della spesa per la sua, probabile, nuova avventura al Newcastle. L’ex allenatore dell’Inter ha messo nel mirino l’obiettivo della Juventus

Calciomercato, Psg Navas
Donnarumma © Getty Images

Gianluigi Donnarumma sta finalmente trovando continuità nella sua avventura al Psg. Dopo aver visto dalla panchina le prime partite, ha giocato consecutivamente con il Rennes in Ligue 1 e con il Manchester City in Champions League. I match, persi entrambi dalla squadra di Pochettino, lo hanno visto protagonista con alcuni interventi che hanno impedito agli avversari di prendere il largo. Saranno le prossime partite a stabilire se Gigio ha effettivamente tolto il posto a Keylor Navas, relegato in panchina nelle ultime due uscite.

LEGGI ANCHE >>> Juventus, non convince: ipotesi cessione a gennaio

LEGGI ANCHE >>> ESCLUSIVO Balzarini: “Futuro Chiesa, ecco cosa può succedere”

Newcastle, Conte punta a Keylor Navas e rovina i piani della Juventus

Keylor Navas Newcastle Conte
Keylor Navas © Getty images

Keylor Navas è arrivato a Parigi nell’estate 2019. Finora ha collezionato 88 presenze con la maglia del Psg. Secondo le indiscrezioni di ‘donbalon.com‘, l’ex portiere del Real Madrid sarebbe finito nel mirino del Newcastle. Gli sceicchi proprietari del club inglese non hanno problemi di portafoglio e possono permettersi l’ingaggio oneroso di Navas. Molto dipenderà dalle decisioni di Pochettino e dalla volontà del giocatore. I bianconeri sono attualmente fermi a 3 punti e rischiano di retrocedere.

LEGGI ANCHE >>>  Calciomercato Inter, bomber bocciato: scambio con Sanchez

L’eventuale arrivo di Antonio Conte sulla panchina del Newcastle, sarebbe senz’altro uno dei motivi che spingerebbe il portiere costaricano a trasferirsi in Premier League. L’operazione finirebbe per ostacolare il calciomercato della Juventus, molto vicina a Donnarumma in estate e interessata all’ingaggio di Navas come secondo portiere. La partenza del costaricano complicherebbe inevitabilmente i piani del Psg, che, senza secondo portiere, difficilmente lascerebbe partire l’estremo difensore della Nazionale di Roberto Mancini.